Tumba Francesa

Tumba Francesa
Tumba Francesa significa letteralmente tamburo francese ed è una tradizione di balli e canti che arrivò a Cuba nel XVIII secolo, grazie all'emigrazione di diversi coloni francesi con i loro schiavi quando la rivoluzione haitiana divenne visibile nel 1791.

Origini della Tumba Francesa

Tumba Francesa significa letteralmente tamburo francese ed è una tradizione di balli e canti che arrivò a Cuba nel XVIII secolo, grazie all’emigrazione di diversi coloni francesi con i loro schiavi quando la rivoluzione haitiana divenne visibile nel 1791.

Questi ricchi signori si stabilirono principalmente nella regione orientale dell’isola, principalmente in quelle che oggi sono Santiago de Cuba e Guantanamo.

Questi emigranti portarono con sé la tradizione del caffè, che significava una certa prosperità economica, ma trasferirono anche a Cuba le loro tradizioni e manifestazioni culturali.

I proprietari terrieri francesi che si erano stabiliti in quella parte orientale di Cuba permisero agli schiavi neri di esercitarsi nei loro balli e canti, con quel suono inconfondibile dei tamburi, quando arrivarono i festeggiamenti dei Santi Patroni.

In questo modo le loro tradizioni e la loro cultura si consolidarono e si rafforzarono anche se non erano più in patria.

Nella Tumba Francesa si mescolano la musica del Dahomey, originaria dell’Africa occidentale, e le danze tradizionali francesi.

Nel corso degli anni, le generazioni che stavano nascendo hanno continuato ad apprendere questa tradizione dai loro antenati affinché non si perdesse nel tempo.

Nel 1886 fu abolita la schiavitù a Cuba e i neri liberati migrarono verso le città in cerca di lavoro e sostentamento, così le società Tumba Francesa nacquero in diverse città nell’est dell’isola.

Attualmente a Cuba sono tre le più riconosciute: la Tumba Francesa La Caridad de Oriente a Santiago de Cuba, a Guantanamo la Tumba Francesa Pompadour Santa Catalina de Ricci, e a Holguín la Tumba Francesa di Bejuco.

Attualmente i suoi praticanti sono l’ottava generazione e mantengono le loro canzoni, danze e tocchi come insegnato dai loro antenati.

Per preservare la tradizione quasi esatta per quasi due secoli e continuare ad insegnarla di generazione in generazione, nel 2003 l’UNESCO ha dichiarato la Tumba Francesa come Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.

Prima fu dichiarata Santiago de Cuba, poi Guantanamo e Holguín.

Strumenti, canti e danze della Tumba Francesa

Il composé, che è il cantante solista, inizia con un assolo generalmente in dialetto spagnolo o francese. Quando poi dà il segnale, inizia a suonare il cata di legno, strumento caratteristico del folklore cubano.

Segue poi il suono di altri tre tamburi chiamati tombe.

I balli iniziano al ritmo di questa musica, che vengono eseguiti sotto il comando del sindaco di Plaza.

In queste danze, insieme ai loro costumi, si apprezza l’influenza francese e negli strumenti e nei canti si nota che provengono dalla cultura haitiana.

Oltre ai tre tamburi e al catá che danno inizio alla musica, si suonano anche il tambora, che è un piccolo tamburo, e le maracas metalliche chiamate “chachás”.

Nella Tumba Francesa, il coro e le ballerine sono generalmente donne che indossano abiti lunghi nello stile dei tempi coloniali e sulle loro teste sono posti dei foulard africani.

Gli spettacoli durano circa 30 minuti e sono una serie di canzoni che a volte durano fino a tarda notte.

Queste feste, senza perdere la loro essenza, hanno adottato caratteristiche dell’ambiente socioculturale in cui si sono svolte, e oggi sono un elemento indispensabile di un folklore spiccatamente cubano.

Questo ballo da sala è composto da tre parti notevolmente diverse l’una dall’altra: il Mason, lo Yubá o Babul e il Fronte.

Attualmente i due stili della Tumba Francesa più interpretati sono: il Mason, che è come una parodia del ballo da sala francese, e lo yubá, una danza basata sui ritmi dei tamburi.

Società della Tomba a Guantanamo

Pompadour-Santa Catalina de Ricci, è il nome dato alla società della Tumba Francesa, che ha sede a Guantanamo, la provincia più orientale di Cuba.

Questa società ha usi e costumi molto simili a quelli dei suoi vicini di Santiago e Holguín, poiché l’origine della tomba francese è la stessa e le sue peculiarità sono state trasmesse attraverso le generazioni che sono nate.

In tutta l’area di quella che oggi è la provincia di Guantanamo, furono create più di dieci società della Tumba Francesa, ma fino ad oggi quella che dura nel tempo è la Santa Catalina de Riccis o Pompadour.

Attualmente questa società ha sede in una località conosciuta come Loma del Chivo, situata nella parte orientale della città di Guantanamo, ed è considerata una reliquia del folklore di quella provincia.

Nelle sue interpretazioni, il processo di transculturazione si riflette dall’arrivo degli haitiani a Cuba.

La Tumba Francesa Pompadour-Santa Catalina de Ricci è una delle più pure fino ad oggi e le sue canzoni sono legate agli eventi non solo nel suo ambiente, ma anche negli eventi storici e culturali di Cuba e del mondo.

Le loro canzoni possono essere umoristiche, patriottiche, sentimentali, che ricordano gesta epiche e grandi uomini, santi, tra gli altri.

La Tomba Francese di Guantanamo detiene diversi riconoscimenti, tra i quali spiccano: l’Ordine per la Cultura Nazionale, il Premio “Memoria Vivente” conferito dal Centro di Ricerca e Sviluppo della Cultura Cubana “Juan Marinello” nel 2000 nella categoria conservazione di tradizioni.

Ha anche il Premio Provinciale per i Beni Culturali nel 2001 e il Premio Provinciale e Nazionale per la Cultura di Comunità nello stesso anno.

Come le altre due società della Tuma francese a Cuba, ha lo status di Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità, dichiarato dall’UNESCO nel 2003.

Società della Tomba Francese a Santiago de Cuba

La Caridad de Oriente ha la sua sede nella provincia orientale di Santiago de Cuba e ha ricevuto questo nome in onore della Santa Patrona di Cuba che è la Virgen de la Caridad del Cobre e che ha il suo santuario in quella città.

Questa società fu fondata il 24 febbraio 1862 e fu inizialmente chiamata Lafayet French Tomb Society, in onore del generale Lafayet.

La musica di questa società, come delle altre, è caratterizzata dal suono dei suoi tre grandi tamburi o tombe.

Come aspetto interessante, spicca che gli esecutori dei toques sono nominati in base al loro strumento: mamamier per il primo o principale, secondier per il secondo o toro e cataye, che suona il catá.

Nel caso del cha-cha o dei maruga sono suonati da donne e devono accompagnare il coro.

Nel caso del tambora o requinto, viene appeso al collo di chi lo suona.

All’interno delle danze, oltre allo yuba e al muratore, eseguono anche la tahona, in cui i ballerini danzano attorno a nastri colorati che intrecciano e slacciano mentre ballano.

Alcuni di questi balli sono considerati dagli studiosi della materia come antecedenti del guaguancó e della rumba cubana.

Diverse generazioni di Venet e Danger in questa città dell’est di Cuba hanno ereditato dai loro antenati la tradizione di ballare e cantare alla francese, fondata il 24 febbraio 1862, 142 anni fa, fu chiamata per la prima volta Sociedad Tumba Francesa Lafayet, in onore di Generale Lafayet.

Secondo alcune indagini effettuate da persone di Santiago nelle tenute dei francesi Antonio Venet e Santiago Danger, situate vicino alla città di El Caney, la tomba francese di quella che oggi è Santiago de Cuba ha avuto le sue radici.

Gli attuali membri di questa società dedicano il loro status di Patrimonio dell’Umanità a Gaudiosa Venet Danger, cara Yoya, che prima di morire ha chiesto di mantenere in vita la tomba francese di Santiago.

La tomba francese può essere apprezzata da chi visita Santiago de Cuba così come le rovine delle piantagioni di caffè francesi.

Per evidenziare il valore di questa tradizione franco-haitiana, i produttori audiovisivi di Lía Videos a Santiago de Cuba hanno filmato le danze, i tocchi e i canti tradizionali della Tomba francese e li hanno montati in materiale audiovisivo.

Questa società detiene la Bandiera della Città Eroe, il Premio Nazionale 2000 per la Cultura Comunitaria, ed è anche Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità e il Premio Nazionale Memoria Vivente del 2004.

Società delle tombe

La società della tomba francese di Holguín risiede a Sagua de Tánamo e si chiama Bejuco, ha la sua nascita spontanea a metà del XIX secolo.

Il suo periodo di maggiore attività fu negli ultimi decenni dell’Ottocento e nei primi due decenni del Novecento. Circa dopo il 1917 inizia un periodo di minore azione.

Le sue canzoni più antiche sono legate alla guerra d’indipendenza cubana, donne e altri ai nemici, o grazie a un amico.

Questa società ha fatto alcune presentazioni ai carnevali nel comune di Sagua de Tánamo, dove hanno sede. E hanno il sostegno del Consiglio Nazionale della Cultura.

Attualmente la tomba francese di Holguín ha subito un leggero declino a causa dell’età avanzata di molti dei suoi principali tumberos, così come la perdita di compositori o solisti principali che cantano in lingua creola.

Previous articleMuseo Quinta Simoni
Next articleParco Nazionale Pico La Bayamesa

LEGGI UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti .