Plaza Mayor di Trinidad

Plaza Mayor di Trinidad
Circondata da antiche residenze, la Plaza Mayor di Trinidad ha l'aspetto odierno della metà del XIX secolo, quando il parco ricreativo fu ina

Generalità sulla Plaza Mayor di Trinidad.

Circondata da antiche residenze, la Plaza Mayor di Trinidad ha l’aspetto odierno della metà del XIX secolo, quando il parco ricreativo fu inaugurato tra il 1856 e il 1857.

È un luogo obbligato da visitare se si passa per Trinidad, costituisce non solo il centro di molti edifici importanti ma anche per la sua ca, tanto che sembra di tornare indietro nel tempo ai tempi coloniali e vedere le carrozze e le dame e gli schiavi neri in catene.

Da quando è iniziata l’idea di urbanizzare la Villa, questo sito è stato scelto per essere la piazza.

L’Antica Chiesa Parrocchiale è quella che le ha dato importanza ed è per questo che all’inizio si chiamava Plaza de la Iglesia.

È uno dei luoghi più importanti della città, non solo per la sua storia, ma per la sua posizione, tutte le strade che vi portano, i palazzi che lo circondano suscitano la curiosità dei visitatori che giungono in questa città chiamata anche la città museo di Cuba o la Città si sono fermate in tempo.

Qui proponiamo una serie di dati e guida, perché quando si passa per la terza città coloniale cubana, si hanno maggiori informazioni sulla piazza e altri aspetti importanti.

Sfondo della Plaza Mayor di Trinidad

La piazza principale di Trinidad ha i suoi antecedenti in altre simili che furono costruite dai colonizzatori spagnoli quando fondarono le ville. Ce ne sono di simili in America Latina e nei Caraibi.

Questo tipo di piazza era il centro della vita dei coloni perché in tutti i casi la chiesa era accanto ad essa e poco a poco i signori più facoltosi costruirono le loro dimore.

I nomi precedenti della piazza

Fin dalla sua nascita, la piazza ha avuto diversi nomi.

Se torniamo indietro nel tempo e rivediamo i documenti, scopriremo che fu inizialmente chiamata Plaza de la Iglesia perché fu concepita dall’urbanizzazione della città e dalla costruzione della chiesa.

Nel XIX secolo cominciarono ad apparire case intorno alla piazza.

Quando la visiterete, noterete il povero impianto urbanistico dell’epoca: la chiesa è stata costruita sul lato e molte delle case anche sul lato, con il portone principale rivolto verso le vie della piazza.

Si dice che per lungo tempo nella piazza si trovasse una grande croce e che fu nel 1812 quando fu eretta una statua della giustizia, motivo per cui la chiamarono Plaza de la Constitución.

Non appena l’assolutismo spagnolo fu ristabilito, fu distrutto.

È anche noto che Luis Brunet, uno dei più ricchi proprietari terrieri dell’epoca, riuscì a far approvare la costruzione di un busto di Elisabetta II, ma non si sa se questo progetto andò a buon fine.

Con l’avanzare dell’Ottocento la città raggiunse un grande sviluppo grazie all’industria dello zucchero e la piazza acquisì rilevanza. Nel 1857 cambiò nuovamente nome, fu inaugurata come Plaza de Recreo o Plaza Serrano e vi si celebravano feste religiose e varie processioni.

Gli autori di questo progetto sono Julio Sagebien y Delgado e Julio Batista.

Quindi, ha avuto consecutivamente altri nomi. Si chiamava Plaza Martí nel 1925, per via di un busto che fu collocato qui per diversi anni dell’Apostolo di Cuba e per breve tempo è stata conosciuta come Plaza Mayor, come sono note anche molte delle principali piazze coloniali del mondo .

Com’è La Plaza Mayor de Trinidad?

La piazza ha quattro rettangoli simmetrici, sono come piccoli giardini bianchi a graticcio con finissima filigrana, portati da Filadelfia e in tutti sono piantate due palme reali, simbolo della nazione cubana.

I rettangoli delimitano gli spazi interni ed esterni della piazza.

La cosiddetta maiolica bremese contraddistingue il resto della zona. Al centro si trova la scultura in marmo della dea Tersicore, musa della danza, ma l’accoglienza in piazza è data da due levrieri in ghisa, portati dalla Quinta de Don Justo Germán Cantero, illustre possidente trinitario e intellettuale del secolo XIX.

Si conservano intatti i due pozzi realizzati nel 1868, le coppe decorative in ceramica, le panchine in ferro e i lampioni che illuminavano lo spazio.

Intorno alla piazza, i siti più rilevanti

Una volta ammirati i dettagli della piazza e conosciuta la sua storia, ci fermiamo a guardare i suoi dintorni.

Intorno alla piazza ci sono diversi palazzi che un tempo erano la dimora delle famiglie più facoltose dell’era coloniale, oggi trasformati in musei cittadini.

C’è l’Iglesia Mayor Santísima Trinidad, l’edificio più importante di tutti, con una storia di crolli e ricostruzioni e che ha subito gli attacchi di cicloni e tempeste, gli attacchi di corsari e pirati ed è attualmente una delle chiese più grandi e più antiche di Paese.

C’è il Museo Storico Comunale, il Museo di Architettura, il Museo Romantico, situato nell’antico Palazzo Brunet, uno dei più importanti del paese, che espone le decorazioni e gli arredi delle famiglie.

C’è il Museo Storico Comunale, il Museo di Architettura, il Museo Romantico, situato nell’antico Palazzo Brunet, uno dei più importanti del paese, che espone le decorazioni e gli arredi delle famiglie benestanti della fase d’oro trinitaria.

C’è anche il Palazzo Ortiz, oggi la Trinidad Art Gallery, e il Convento di San Francisco de Asís.

Chiesa Parrocchiale della Santissima Trinità

Il suo nome ufficiale è Iglesia de la Santísima Trinidad. Fu costruito inizialmente nel XVII secolo e due secoli dopo fu distrutto da un ciclone che danneggiò anche un gran numero di edifici della città.

C’è un grande altare neogotico dedicato alla Madonna della Misericordia.

Nella chiesa si trova una statua lignea rappresentante Cristo, il Signore della Vera Croce, oggetto di particolare rispetto a Trinidad.

La croce era destinata a una chiesa a Veracruz, in Messico, ma la nave che trasportava la statua fu spinta tre volte a Trinidad a causa del maltempo e non potendo fare il viaggio, abbandonarono parte del loro carico e tra tutti i pezzi c’era la statua. Considerato un segno, la figura è rimasta nella chiesa da allora.

La chiesa ha una facciata neoclassica, e alla destra della chiesa c’è una scalinata che conduce alla Casa de la Música, un edificio moderno, ma costruito in uno stile simile a quelli vicini.

La costruzione dell’attuale chiesa risale alla fine del XIX secolo e fu completata nel 1892.

La casa dei cospiratori

A sinistra della chiesa, oltre la scalinata, troviamo la Casa dei Congiurati.

Uno dei suoi balconi si affaccia sulla piazza e deve il suo nome al luogo di incontro della società segreta nazionalista cubana La Rosa de Cuba.

Più in basso si trova Plazuela de la Trova, una piazza circondata da case del XVIII secolo, tra cui la Casa de la Trova, con bar in legno e ora sede di musica dal vivo.

Palazzo Brunet

A sinistra della Chiesa della Santissima Trinità si trova anche il Palazzo Brunet, edificio costruito nel 1812 da José Mariano Borrell y Padrón, capo della ricca famiglia Borrell.

Il suo nome è preso dal conte Nicolás de la Cruz Brunet y Muñoz, marito della figlia di Borrell, che ereditò la casa alla morte di Borrell.

Attualmente è presente il Museo Romantico, istituzione che espone per lo più oggetti appartenuti alla famiglia.

La casa conserva ancora il pavimento originale in marmo, affreschi e decorazioni neoclassiche e ha una balaustra centrale nel cortile. In cucina sono ancora visibili le originali piastrelle in argilla dipinte.

Chiesa e Convento di San Francesco

All’estremità opposta di Calle Hernández Echerri si trova la chiesa e il monastero di San Francisco, che oggi è il Museo della Lotta contro i Banditi.

La costruzione originaria risale al 1813, furono i monaci francescani a realizzarla. Divenne chiesa parrocchiale nel 1848, e nel 1895 fu presidio delle truppe spagnole.

Cadde in disuso, nel 1920 gran parte di essa fu demolita, lasciando solo il campanile e alcuni edifici vicini. Sotto la Chiesa di San Francisco si trova la Plazuela del Jigüe, una piccola piazza dove Bartolomé de Las Casas celebrò la prima messa a Trinidad nel 1514.

Come curiosità aggiungiamo che il ristorante El Jigüe è decorato con arcate e piastrelle dipinte a mano e che la moneta convertibile da 25 cent mostra il campanile della chiesa visto dall’angolo di Plaza Mayor di fronte.

Museo Archeologico di Guamuhaya

A est di Plaza Mayor si trova il Museo Archeologico di Guamuhaya e offre i reperti del museo precolombiano, nonché oggetti dell’epoca della conquista spagnola.

La parola Guamuhaya è il nome della regione in una delle lingue degli indigeni cubani.

La struttura è stata costruita nel XVIII secolo e sebbene il nome del suo primo proprietario non sia chiaro, si sa che l’edificio fu acquistato nel XIX secolo da Antonio Padrón, che aggiunse un portico che si affaccia sulla piazza e ne ampliò il tetto.

Alexander von Humboldt soggiornò con Padrón durante la sua visita a Cuba e il suo busto è esposto nel cortile dell’edificio.

Casa dei Sánchez Iznaga

Dall’altra parte della piazza rispetto al Museo Archeologico si trova la Casa del Sánchez Iznaga, oggi Museo di Architettura Coloniale.

In origine erano due case del XVIII secolo, entrambe di proprietà dei baroni dello zucchero della famiglia Sánchez Iznaga, proprietaria anche di Manaca Iznaga, un possedimento nella Valle de los Ingenios.

Le due case, unite nell’ottocento, mostrano le tipiche finestre e persiane a grata, con un elegante portico di sottili colonne e una pregevole balaustra in ferro battuto.

All’interno, il museo spiega la storia architettonica di Trinidad e dettaglia la storia della costruzione nel periodo coloniale.

Casa di Aldeman Ortiz

Alla fine della piazza si trova la Casa de Aldeman Ortiz), costruita nel 1809 da Ortiz de Zuniga, che in seguito divenne sindaco di Trinidad.

È molto simile al resto delle tipiche case locali, compreso il grande portone d’ingresso con due piccole porte ritagliate, le inferriate che coprono le grandi finestre e il tetto in coppi con grandi sostegni in legno. Attualmente è la Bodeguita del Medio de Trinidad.

Palacio Cantero – Museo Storico Comunale

Il Palacio de Cantero è una delle case più grandi che circondano Plaza Mayor.

Possiede un ampio androne che si apre su un ampio corridoio e negli intonaci della sala principale rimangono gli affreschi originali, oltre ad una torre accessibile dal patio che permette di vedere la Plaza Mayor, la città di Trinidad e il mare.

Fu costruito nel 1828 da Don José Mariano Borrell y Padrón, uno degli uomini più ricchi di Trinidad e fu ereditato da suo figlio José Mariano Borrell y Lemus, Marqués de Guaimaro e poi acquistato nel 1841 da María Monserrate Fernández de Lara y Borrell, nipote dell’ex José Mariano.

Poi, nel 1842, la vedova di Pedro Iznaga, Maria Monserrate sposò il tedesco Justo Cantero y Owar-Anderson, un medico locale e fu la casa della famiglia Lara Cantero / Fernández fino alla fine del XIX secolo. La casa oggi è il Museo Storico Comunale.

Hotel vicino a Plaza Mayor de Trinidad

Hotel Iberostar Trinidad

L’Iberostar Grand Hotel Trinidad si trova a soli otto minuti da Plaza Mayor di Trinidad. Dispone di 40 camere con una capacità massima di due adulti, le camere sono suite di lusso, con mobili in legno, terrazza privata arredata, bagno completo e connessione Internet tramite Wi-Fi.

Accappatoi, minibar, cassaforte, servizio sveglia, ferro da stiro, calici da vino, bottiglie d’acqua e set di cortesia. C’è anche un parcheggio per i veicoli, è un parcheggio pubblico.

C’è anche una sala giochi e biliardo, menù à la carte nel ristorante e nel bar si possono consumare drink, cocktail e snack. Vengono preparati pranzi al sacco e sono disponibili i servizi di lavanderia o di pulizia.

Ci sono numerose sale riunioni e banchetti e i fumatori hanno la propria area.

Nel negozio è possibile acquistare souvenir e souvenir. Di notte ci sono attività di animazione.

Il prezzo minimo che abbiamo trovato è stato di 159,27 euro e il prezzo medio è di 209,59 euro. Puoi pagare le tue prenotazioni tramite bonifico, con carta, tramite PayPal o tramite Bizum. Inoltre, alcune prenotazioni vengono pagate all’alloggio.

Hotel Las Cuevas

L’Hotel Las Cuevas si trova nella fattoria Santa Ana de Trinidad e appartiene al gruppo alberghiero Cubanacán.

Dispone di 109 camere, una piscina, un campo da tennis, una sala per eventi, un ristorante con servizio a buffet, un ristorante à la carte, due bar e una cantina.

Alla reception è possibile richiedere vari servizi, come lavanderia, cassaforte o noleggio auto.

Puoi anche andare al parcheggio, al negozio di souvenir e al servizio telefonico nazionale e internazionale. La struttura dispone di una connessione Internet.

Hotel Finca Maria Dolores

Situato in un ambiente completamente naturale, è un luogo ideale per godere del contatto diretto con la natura, dell’osservazione degli uccelli endemici e delle tradizioni culturali rurali. Consigliato anche per programmi turistici e soggiorni in famiglia.

Dispone di 64 camere, di cui 19 doppie standard, 5 triple, 19 bungalow tropicali e 1 doppia, tutte climatizzate, con telefono, televisione satellitare, cassaforte, minibar, balconi o terrazze.

Fornisce inoltre servizi telefonici nazionali e internazionali, negozio di souvenir, animazione, parcheggio, servizio taxi e altri non inclusi come Servizi medici, Autonoleggio, Area bambini, Assistenza all’infanzia, Servizi per matrimoni, Foto e video, Lavanderia, Ufficio postale, Farmacia, Estetica Salone, Massaggi, Bus Turistico, Noleggio Moto e Biciclette e Internet Cafè.

Dispone di un ristorante à la carte specializzato in cucina creola, lobby bar, snack bar, bar a bordo piscina, bar sulla spiaggia, piano bar, sala feste e cabaret.

Hotel Brisas Trinidad del Mar

Memories Trinidad del Mar – All Inclusive o Brisas Trinidad del Mar è un hotel a 4 stelle situato di fronte alla spiaggia e offre un ristorante, un bar e un giardino.

Questo hotel dispone di miniclub, banco escursioni, piscina all’aperto, centro fitness, reception aperta 24 ore su 24 e programma di intrattenimento serale.

Tutte le camere dispongono di scrivania, TV a schermo piatto, bagno privato, aria condizionata e armadio.

La struttura serve una prima colazione a buffet e dispone di sauna, terrazza, campo da tennis e servizi di noleggio auto e biciclette. C’è un servizio di cambio valuta presso l’alloggio.

Hotel Club Amigo Costasur

È un hotel familiare di fascia media situato sulla spiaggia di María Aguilar sulla penisola di Ancón, a 12 km da Trinidad. Dispone di 132 camere climatizzate con TV e bagno privato, di cui 20 bungalow con minibar.

Offre animazione diurna e serale e la pratica di tennis, pallavolo, calcetto, giochi da tavolo e tutti i tipi di sport acquatici, dispone di un diving center.

Hotel Ancón

L’hotel Club Amigo Ancón è un hotel semplice e accogliente, situato vicino alla spiaggia di Ancón, è un luogo ideale per godersi il mare e la montagna.

Dispone di 279 camere perfettamente attrezzate, con bagno completo e televisione, semplici, confortevoli e ideali per le vostre vacanze. Offre servizi di parcheggio, televisione, aria condizionata, animazione, internet, ristorante e palestra.

Hotel Villa Los Helechos

L’Hotel Villa Los Helechos si trova in un’Area protetta, con la categoria di gestione del paesaggio naturale protetto e offre servizi di alloggio, pasti a buffet o à la carte, snack, bevande nazionali e internazionali.

Offre programmi di Turismo Specializzato o Natura, un paradiso per gli amanti della natura.

Hotel Villa Caburni

Situato nella Sierra del Escambray, a 800 metri sul livello del mare, molto vicino alla cascata omonima.

La Villa dispone di 29 case, 28 delle quali con 1 camera da letto e 1 casa con 4 camere da letto, tutte spaziose e con posti auto privati.

Aria condizionata, TV via cavo, Minibar, Bagno privato, Radio, Telefono, TV e TV satellitare sono alcuni dei servizi forniti. Hanno anche un ristorante à la carte, bar, cabaret, caffetteria, palestra, lavanderia, sala massaggi, parcheggio, ristorante, negozi, piscina, servizio taxi e ufficio turistico.

Dove mangiare a Trinidad?

Una volta a Trinidad puoi scegliere uno qualsiasi dei siti che ti consiglieremo, hanno servizi eccellenti e buone proposte. Quasi tutti offrono cibo creolo cubano e viene scelto il piatto principale che è accompagnato da riso, fagioli, insalata, yuca, tra gli altri.

TABERNA OCHÚN YEMANYA. Piro Guinart 151B tra Frank Pais e Jose Marti.

Piccola taverna che serve cibo tradizionale ben preparato con prodotti freschi. Non si trova nel centro di Trinidad, ma potrebbe essere l’opzione migliore. Più economici di quelli più centrali, servono Old Clothes, agnello, pollo e altro accompagnati dai contorni tipici della cucina creola, costano 5CUC e l’enchilada di aragosta. Mojito, piña colada e così via costano.

PALADAR LA MARINERA. C / Jovellanos 178. Casilda.

Situato nella città di Casilda, 3 o 4 chilometri a sud di Trinidad. La specialità della casa è pesce, gamberi e aragosta. Servono un’ottima paella e il miglior pesce di tutta la zona. Si mangia per circa 12 CUC, ma ha lo svantaggio di non essere nella città stessa.

PALATO SOLE E FIGLIO, PALATO SONO ANANDA. Simon Bolivar 283 | tra Frank País e José Martí

Ci sono 2 palati gestiti da una coppia di sposi. Paladar y son è più economico e con musica tradizionale dal vivo nel patio dove viene servito il cibo, la moglie lo prende. A Son Ananda è in una casa coloniale, è caro, elegante e si mangia per circa 15 CUC più o meno. È il marito che lo gestisce.

SAN JOSÉ. Via Maceo 382

È uno dei più popolari di Trinidad, per la sua posizione e per il cibo creolo che serve. Non è costoso, il piatto principale con contorno e bevanda costa 10 CUC.

LA REDAZIONE DI CUBA. Via Maceo 463

Serve cibo cubano preparato in modo europeo. È uno dei migliori di Trinidad ed è uno dei più costosi della città. Il bagno di questo ristorante è un pezzo da museo.

ZELLATO. Calle Fernando Hernández (Cristo) 34

Considerata la migliore gelateria di Trinidad. Servono gelato con frutta dell’isola come guava o banana. È una gelateria artigianale e il prodotto è cremoso e molto gustoso.

EL DORADO. Piro Guinart (Boca) #226

Ristorante di cucina creola. Con 10 CUC ti offriranno il piatto principale con contorno, bevanda e dessert.

L’aragosta è il piatto più richiesto e può essere consumato nel patio.

RISTORANTE CUBITA SANTANDER. C / Gutiérrez 471. Tra Desengaño e Rosario.

Ristorante con una chiara influenza peruviana. Lì hanno mangiato dall’emiro del Qatar all’attuale presidente del Sudafrica.

Nel suo ampio menu unico a Cuba, il gustoso sushi o alcune varietà peruviane. È lo spazio dello chef internazionale Luis A González Lezcano.

Ristorante Casa Villalba

Situato di fronte al Palacio de Cantero, è un buon posto dove fare colazione prima di esplorare la città. Dispone di un terrazzo dal quale si vede la torre del suddetto palazzo.

Caffè Cuba Libre

Nel cuore di Trinidad, un’altra buona opzione per la colazione è il Café Cuba Libre, a pochi metri da La Escalinata, molto animato di notte.

Ristorante El Divino

In questo ristorante si mangia molto bene a prezzi bassi, un’ottima opzione.

Ristorante Los Conspiradores

Si trova sopra la galleria d’arte. Dispone di una terrazza divisa in più aree, perfetta per cenare e godersi la musica dal vivo de La Escalinata.

I prezzi variano tra 9 e 12 CUC. Le porzioni sono grandi, quindi se siete accompagnati potete condividere il piatto ed esce meno.

Altri posti dove divertirsi

Oltre alla storia e ai posti dove mangiare, è anche una città con una vita notturna abbastanza attiva. Se soggiorni una o più notti a Trinidad, ti consigliamo i seguenti siti.

Discoteca Ayala La Cueva

Situato in una grotta, è un club sotterraneo, con decorazioni uniche. Se sei un amante della musica urbana latina, questo è un buon spazio.

Casa della Musica

Per ascoltare musica dal vivo con trovatori e gruppi tradizionali. Luogo all’aperto, situato proprio accanto a Plaza Mayor, vengono offerti bevande e snack.

È un luogo molto ricercato da gente del posto e turisti.

Bar Daiquiri

Locale informale e molto accogliente, lì puoi gustare un bicchiere di rum o Daiquirí o ballare la salsa.

Passando per Trinidad, quando visiti Plaza Mayor, puoi anche scegliere uno di questi luoghi per divertirti in compagnia dei tuoi amici o del tuo partner.

Previous articleFortezza di San Carlos de la Cabaña
Next articleCastello di San Salvador de La Punta

LEGGI UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti .