Museo Quinta Simoni

Museo Quinta Simoni
L'attuale Museo Quinta Simoni si trova nella casa costruita nel 1848 vicino alla Villa de Santa María del Puerto del Príncipe per ordine del

Museo Quinta Simoni, Monumento Nazionale dal 2005.

L’attuale Museo Quinta Simoni si trova nella casa costruita nel 1848 vicino alla Villa de Santa María del Puerto del Príncipe per ordine del chirurgo José Ramón Simoni Ricardo (padre di Amalia).

La Quinta Casa si chiamava Tínima, perché attraversava il fiume con quel nome, una parte del territorio.

È l’unico palazzo suburbano in questa città Patrimonio dell’Umanità nella provincia di Camagüey, a circa 570 chilometri a est dell’Avana, che mantiene le sue caratteristiche d’epoca e ha visto uno dei i più grandi amori del XIX secolo a Cuba, quello di Amalia Simoni e Ignacio Agramonte.

La casa rispecchia la costruzione dell’epoca: due piani, struttura solida, semplicità nelle forme e ottimo lavoro di falegnameria.

Il bel palazzo signorile neoclassico della famiglia Simoni-Argilagos ha tre giardini interni, tra cui quello citato da Agramonte nelle lettere ad Amalia, con una fontana in marmo e un gazebo, luogo dove passeggiavano i due innamorati, Amalia Simoni con Ignacio Agramonte Loynaz .

Le autorità spagnole hanno devastato la casa praticamente ad esempio per il resto della gente di Camagüey, lì batteva il cuore dell’indipendenza.

Venduto e diviso in lotti, al trionfo rivoluzionario del 1959 fu una caserma dove vivevano 26 famiglie.

Il Museo Quinta Simoni è stato restaurato e dichiarato Monumento Nazionale, dove è incoraggiata e anche riconosciuta la dedizione degli specialisti nella conservazione dei beni del patrimonio.

Oggi l’istituzione custodisce gelosamente vari oggetti appartenuti alla famiglia ea Ignacio, vi è addirittura una vasca da bagno in marmo di Carrara.

Ci sono dieci sale espositive permanenti e una temporanea, tutte decorate con ornamenti e mobili del XIX secolo.

Si aggiungono i due tipici cortili interni del territorio con le loro giare e l’abbondante vegetazione.

Da lì si preparano e indirizzano prestiti bibliografici, convegni, eventi e si effettuano visite specialistiche, oltre a consulenze orali e consulenze di tesi.

Previous articleCentro Storico dell’Avana Vecchia
Next articleTumba Francesa

LEGGI UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti .