Letteratura cubana

La letteratura cubana
La letteratura cubana ha il suo punto di partenza nella conquista e nella colonizzazione spagnole. In quel periodo molti conquistatori divennero cronisti

Letteratura cubana, una delle più fertili.

La letteratura cubana, nonostante provenga da un’isola molto piccola rispetto ad altri luoghi della regione, è una delle più fertili, rilevanti e influenti in America Latina e nell’intero campo della lingua spagnola.

Nomi come José Martí, Gertrudis Gómez de Avellaneda, José María Heredia, Julián del Casal, Nicolás Guillén, José Lezama Lima, Alejo Carpentier, quest’ultimo Premio Cervantes 1977 e proposti per il Premio Nobel per la letteratura.

Anche quelli di Guillermo Cabrera Infante, Cervantes Award 1997, Virgilio Piñera, Gastón Baquero, Dulce María Loynaz, Cervantes Award 1992 o Leonardo Padura, Princess of Asturias Award for Literature 2015.

Il poeta nazionale è Nicolás Guillén, sebbene prima che altri fossero considerati con quel titolo, erano José María Heredia, Julián del Casal e Agustín Acosta.

Conformazione della letteratura cubana, un processo di secoli.

La letteratura cubana ebbe il suo inizio durante la colonizzazione spagnola. Sono stati proprio gli spagnoli che hanno iniziato a raccontare nei loro libri di viaggio o lettere tutto ciò che vedevano o accadevano sull’isola.

Una scrittura coloniale, si potrebbe dire, perché tutto è stato visto dal punto di vista degli spagnoli e degli spagnoli. Il più importante, senza dubbio, fu Fray Bartolomé de Las Casas, che in molti suoi scritti rifletteva le usanze degli aborigeni e l’orrore della colonizzazione.

Ma in realtà quella che è considerata la prima opera letteraria scritta sull’isola è Espejo de paciencia, di Silvestre de Balboa e Troya de Quesada nel 1608. La poesia iniziò lettere cubane con questo poema epico.

Da quel momento in poi la letteratura si diffuse al teatro e poi alla narrazione, essendo un riferimento per molti scrittori stranieri del XIX e XX secolo. Descrivere l’intero processo richiederebbe molto, quindi ci adatteremo per dirti alcuni punti essenziali.

Specchio di pazienza, di Silvestre de Balboa, la prima opera letteraria cubana.

La prima opera letteraria cubana fu Espejo de paciencia di Silvestre de Balboa, un poema epico che racconta gli eventi nel porto di Bayamo nel 1604, quando il vescovo dell’isola di Cuba, Don Juan de las Cabezas Altamirano, fece visita al haciendas a Yara e fu rapito dal corsaro francese Gilberto Girón, con l’intenzione di far pagare un enorme riscatto alla città.

Il lavoro descrive come i vicini di Bayamo si sono riuniti e hanno accettato di attaccare il corsaro, la lotta e come il loro capo perde la vita per mano dello schiavo Salvador Golomón.

L’opera fu nascosta nella città, non si sa perché e persino sopravvisse al fuoco che distrusse la città nel 1816 e fu successivamente scoperta da José Antonio Echeverría negli archivi della Società patriottica dell’Avana.

Due anni dopo fu pubblicato sul giornale El Plantel, facendo conoscere così la più antica opera letteraria sull’isola caraibica.

Sopra di loro sono intessute alcune storie legate alla frode. C’è chi pensa che sia stato piantato per giustificare il fatto di iniziare la letteratura cubana con l’epopea, cosa comune a tutte le letterature.

Note sulla letteratura cubana.

Molti nomi sono stati scritti nel panorama letterario dell’isola da quando Silvestre de Balboa ha scritto Espejo de paciencia. Durante i secoli che seguirono ci fu uno sviluppo del teatro che ispirò i pezzi da eseguire. È il caso di The Prince Gardener e Pretended Chloridano, di Santiago Pita.

Poi si sviluppò il testo, un’altra poesia nacque con Manuel de Zequeira y Arango e Manuel Justo de Rubalcava, alla fine del 18 ° secolo, dove il paesaggio cubano fu cantato attraverso un’ampia poesia, molti dei quali decimi.

Il XIX secolo fu prodigo di letteratura, autori come Julián del Casal, Gabriel de la Concepción Valdés (Plácido), Juan Cristóbal Nápoles Fajardo (El Cucalambé), Juan Clemente Zenea, Gertrudis Gómez de Avellaneda, Juana Borrero, José Jacinto Milanés, Luisa Pérez de Zambrana, José María Heredia e José Martí.

Nasce anche il primo romanzo cubano: Cecilia Valdés, scritta da Cirilo Villaverde e seguita da Gertrudis Gómez de Avellaneda con il suo romanzo Sab.

Il 20 ° secolo è ancora più difficile da sintetizzare a causa del numero di importanti autori e opere che sono state riconosciute sia a Cuba che in altri paesi.

I poeti della Repubblica erano Bonifacio Byrne, Regino Boti, José Manuel Poveda e Agustín Acosta. Quindi Emilio Ballagas e Mariano Brull, Nicolás Guillén e Dulce María Loynaz.

Il romanzo comprendeva Miguel de Carrión e Carlos Loveira Chirino, e la storia con Luis Felipe Rodríguez, Enrique Labrador Ruiz e Lino Novás Calvo e il folklore è stata fornita da Lydia Cabrera.

Nel saggio dobbiamo recensire Fernando Ortiz e Medardo Vitier. L’avanguardia è stata espressa da Juan Marinello, Jorge Mañach, Francisco Ichaso, Félix Lizaso e il romanziere fondamentale Alejo Carpentier. Più tardi arrivarono José Lezama Lima, Gastón Baquero, Octavio Smith, Cintio Vitier, Fina García Marruz ed Eliseo Diego.

Il 21 ° secolo è appena iniziato e alcuni di quelli già menzionati hanno lasciato le loro radici ben piantate e altri autori e libri appaiono con rinnovata energia, la letteratura è un corpo che continua a muoversi, crescere e svilupparsi nonostante i secoli.

Libri consigliati.

– Il regno di questo mondo (Alejo Carpentier, 1949): un romanzo surrealista in cui spiega l’inclusione in un mondo di rituali e cerimonie voodoo. Questi rituali religiosi sono intrecciati tra la religione cubana e la religione haitiana e le loro credenze afroamericane.
– Tre tristi tigri (Guillermo Cabrera Infante, 1967): parla di tre amici che hanno deriso la loro povertà con una serata fuori per le strade dell’Avana.
– L’uomo che amava i cani è un romanzo dell’autore cubano Leonardo Padura scritto nel 2009. Uno scrittore frustrato ricorda un episodio della sua vita accaduto tre decenni prima. Su una spiaggia cubana, incontra un uomo enigmatico accompagnato da due levrieri russi. Dopo aver instaurato un’amicizia progressiva, ti racconterà una storia confidenziale i cui protagonisti saranno il politico e teorico rivoluzionario sovietico León Trotsky e il suo assassino Ramón Mercader.

Dove posso cercare la letteratura cubana?

Puoi visitare le librerie cubane esistenti in tutte le città e i villaggi dell’isola. Ci sono anche bancarelle con libri vecchi e usati, in quelli puoi trovare copie di valore.

LEGGI UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti .