Il Castello dei Tre Re Magi del Morro

Il Castello dei Tre Re Magi del Morro
Il Castello dei Tre Re Magi del Morro è una delle costruzioni militari più importanti dell'Avana. La sua disposizione fu preparata dall'ingegnere Juan Bauti

Il Castello dei Tre Re Magi del Morro, da non perdere a Cuba.

In vacanza a Cuba non perdere l’occasione di visitare Il Castello dei Tre Re Magi del Morro, una delle costruzioni militari più eccezionali e distinte dell’Avana, capitale di Cuba.

È un altro dei simboli della città insieme al Campidoglio e alla Giraldilla. Cosa puoi trovare lì? Seguiteci e lo scoprirete.

Il Castello dei Tre Re Magi del Morro

L’origine del nome di questo castello è dovuta in primo luogo per evocare i tre saggi e anche per la porzione di terra in cui si trova, un sito alto, roccioso, ripido, isolato e in riva al mare.

Il suo nome fu indicato dal re Felipe II, che in un decreto reale del 10 dicembre 1588, chiarì come doveva essere chiamato questo forte e quello di San Salvador de la Punta.

Anni dopo in un altro documento si afferma che nella primavera del 1614 fu terminata la cappella del castello e sul suo altare aveva una pala d’adorazione dei re che era la vocazione del castello.

La sua costruzione iniziò contemporaneamente a quella del Castillo de San Salvador de la Punta, entrambi a guardia dell’ingresso alla baia dell’Avana, prima del continuo attacco di corsari e pirati.

La costruzione del castello durò fino al XVII secolo a causa delle diverse difficoltà economiche e delle contraddizioni che sorsero tra i governatori dell’isola e l’architetto Antonelli.

Chi era l’autore di quest’opera rappresentativa dell’Avana?

Il Castello dei Tre Re Magi del Morro fu progettato dall’ingegnere Juan Bautista Antonelli nel 1585. La fortificazione rappresenta un poligono irregolare che si conforma alla forma della roccia su cui si erge armoniosamente.

Questo castello simboleggia la classica fortificazione permanente bastionata del XVI secolo, la difesa della città contro l’attacco di corsari e pirati. In molte parti è inaccessibile, alto più di 60 piedi e fatto di roccia grezza.

Faro di El Morro

Il faro di Morro è forse il suo elemento più distintivo. A causa della sua storia, altezza e utilità attuale, è un altro dei simboli dell’Avana e appare nei ristoranti che puoi portare con te come francobolli, medaglie commemorative, litografie ed etichette sulle scatole dei famosi sigari cubani. È uno dei paesaggi che identificano Cuba.

Emette lampi ogni quindici secondi, con una potenza di 200 mila candele. Sorge a 45 metri sul livello del mare e le sue luci sono visibili a 18 miglia nautiche di distanza.

El Morro è proiettato verso il mare con un angolo acuto, lì sorge la torre con il faro. La torre originale alta 10 metri fu sostituita nel 1844-1845 dalla torre di 5 metri di diametro e 30 metri che può essere vista oggi.

È stato utilizzato come faro dal 1764, ma nel 1844 la vecchia torre fu demolita per costruire quella che si trova ancora oggi, elettrificata nel 1945.

Ci sono stati diversi progetti per illuminare il faro dal 1816. Il chimico americano Gabriel Pendergrast è stato uno dei pionieri, ha suggerito di montare dodici riflettori in grado di offrire un’illuminazione equivalente a 150 candele di sego.

Ma il progetto definitivo fu dell’ingegnere francese Agustín Fresnell, un uomo che rivoluzionò l’illuminazione marittima nel XIX secolo. Per questo, ha usato lenti a gradini, una macchina rotante e una lanterna centrale prismatica ottagonale.

Informazioni sull’architettura del palazzo dei Re Magi di Morro

La fortezza si proietta nelle acque ad angolo acuto e da lì le tende successive sono sfalsate e aperte raggiungendo il lato posteriore, che comunica con il terreno ed è protetto da due bastioni e un fossato.

Il fronte terra ha una tenda e due bastioni asimmetrici di 213, 28 metri. Dal canale di ingresso al porto dell’Avana c’è un’altra tenda in cui sono fissati due bastioni asimmetrici e alcune pareti rotte di 227, 96 metri.

Lungo la costa c’è una piattaforma e un’altra serie di mura irregolari che chiudono l’edificio di 223, 25 metri. Sui suoi tre lati ha circa 664, 50 metri. Il Castillo de los tres Reyes del Morro ha aree interne che si collegano tra loro con percorsi di accesso e comunicazione adeguati.

A nord-est si trova il mezzo baluardo di Tejeda e a sud-est è il baluardo dell’Austria. Come parte della difesa esterna che accompagna il fronte possiamo trovare: il fossato, la controspinta, il sentiero coperto e la glasi.

Il fronte mare che si trova a sud del canale del porto è formato da una cortina con l’ingresso principale del forte al centro. Sulla destra è una faccia del baluardo dell’Austria e sulla sinistra il bastione di Santiago.

Perché visitarlo?

Ti consigliamo di visitare il Castello dei Tre Re all’Avana per essere un sito emblematico della città. Dovresti anche sapere che è la più antica fortificazione costruita dagli spagnoli in America e che appare come un simbolo di Cuba e della sua capitale in molti oggetti commerciabili.

Il castello dei tre saggi oggi

Ti chiederai se troverai la storia solo tra le sue mura. La verità è che il castello dei tre saggi è molto di più. Oggi ha un’intensa vita culturale e turistica.

La vista della costa dell’Avana è uno dei suoi tesori. Inoltre, i suoi saloni funzionano come musei e includono i famosi ristoranti Los Doce Apóstoles e La Divina Pastora. Puoi anche sorseggiare un drink al bar El Polvorín, ambientato nello stile del 18 ° secolo.

Come si arriva a El Morro da L’Avana?

Molto semplice, si raggiunge attraversando il mare. Il modo più usuale è attraversare il tunnel della baia, una delle meraviglie architettoniche della più grande delle Antille.
Durante la visita a Cuba, assicurati di visitarla, è un’esperienza unica combinare passato e presente tra le mura che mantengono la storia e danno un nuovo panorama culturale, per soddisfare tutti i gusti.

LEGGI UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti .